Tipi e Tipologie

Tipi e Tipologie

In gomma con sezione cilindrica cava:

Il parabordo cilindrico cavo ha protetto le navi per più anni di qualsiasi altro tipo di parabordo. Sono semplici e versatili oltre ad essere facili da installare. Il loro impiego principale è quello di corpo elastico a protezione e tutela di banchine di ormeggio (nautical fenders) per proteggere queste e le fiancate delle navi da urti o sfregamenti

La reazione progressiva dell’elasticità della gomma li rende ideali ad ammortizzare gli impatti e le frizioni con navi grandi e piccole imbarcazioni. Se ne trovano di varie taglie in modo da essere opportunamente abbinati ad applicazioni specifiche e differenti.

 

In gomma con sezione a Delta:

Evoluzione nel concetto “cilindrico cavo” è quello di Parabordo a forma di “D” o Delta, che si fissa solitamente con bulloni direttamente alla struttura da proteggere. In base alla dimensione della sua sezione può essere prodotto in diverse lunghezze per soddisfare ogni applicazione. Parabordi a Delta di piccola-media sezione sono ampiamente utilizzati come fascia tutt’intorno alla struttura di rimorchiatori e altre imbarcazioni da lavoro (es: chiatte).

Da sempre Atag SpA presenta nella propria gamma di produzione molte misure di Parabordi a Delta e altre sezioni di Parabordi Nautici.

La nostra gamma standard di Parabordi in gomma è riferita a Parabordi con sezione a Delta:

Altri tipi di Parabordi

Col termine parabordo si intende spesso indicare prodotti appesi con un legaccio dal caratteristico aspetto a siluro o a palla (parabordi cilindrici o parabordi sferici) prettamente usati su imbarcazioni private. Sono solitamente in PVC gonfiabile e il loro impiego è limitato all’uso sull’imbarcazione. Sono un genere che richiede manutenzione e controllo della pressione di gonfiaggio, e rappresentano un mondo a parte, rispetto ai parabordi in gomma.        

L’uso flessibile del Parabordo in gomma

Il concetto di parabordo nasce per evitare che la parte esposta all’esterno di una imbarcazione possa subire danni durante le manovre di ormeggio, in caso di avvicinamento con altri natanti, in caso di stabile e lunga permanenza in banchina.

Possono essere applicati indifferentemente ai pontili, agli ormeggi, ai moli, o alle barche stesse. Tutte le barre parabordo possono resistere a forti impatti e per questo sono adatte per una vasta gamma di applicazioni di uso generale anche fuori dall’ambiente nautico: garage, officine meccaniche, aree logistiche di carico/scarico, barriere stradali, retro di camion, nell’industria, etc.